Seguici

Un vino di qualità si riconosce anche dal tappo. E’ andato quest’anno a Sedlescombe, una piccola azienda vitivinicola di Robertsbridge, nell’East Sussex (Inghilterra), il Golden Acorn Award, il più antico e prestigioso riconoscimento concesso dall’industria del sughero in tutto il mondo. Il proprietario della cantina, Roy Cook, che produce vini biodinamici, si è distinto per l’uso, introdotto da molti anni per i suoi prodotti, di tappi di sughero fatti con lavorazioni rispettose dell’ambiente, ma anche per il suo costante impegno nella promozione di un ecosistema unico per le foreste di sughero, oltre che nel perseguire i più alti standard biodinamici. Il premio è sostenuto da Aecork, l'associazione fondata nel 1977, che rappresenta le aziende produttrici di sughero della Catalogna, molte delle quali hanno ottenuto certificazioni da organismi, come per esempio il Forest Stewardship Council, per una produzione che soddisfa gli standard di sostenibilità nel settore del sughero a livello internazionale. Roy Cook ha accolto la notizia prima con incredulità ma subito dopo con gioia ed entusiasmo, anche in considerazione degli autorevoli destinatari del premio negli anni scorsi. Nelle precedenti edizioni sono stati premiati Greenpeace e altri movimenti ecologisti, la Ferrari F1, Slow Food, il principe delle Asturie e Girona, famosi giornalisti e fotografi, cantine rinomate. “E’ un grande onore per la mia azienda e la mia famiglia” ha dichiarato il viticoltore inglese. E ancora, “Questo riconoscimento è la degna conclusione di un anno molto positivo che ha visto Sedlescombe riscuotere successi per i suoi vini biodinamici, sia in Gran Bretagna sia a livello internazionale”. Info www.englishorganicwine.co.uk

comments powered by Disqus