Seguici

Castello di Torre in Pietra per l'edizione di Cantine Aperte 2015 propone un fine settimana di musica, percorsi in bici tra le vigne della tenuta e menu tipici nella nuova Osteria dell’Elefante, fresca d’apertura e dentro la cantina, e degustazioni dei vini del produttore Filippo Antonelli. 

Le degustazioni e le visite in cantina e alle vigne si svolgeranno sabato 30 e domenica 31 maggio dalle 10,30 alle 18. La novità gastronomica di quest’anno è rappresentata dall’Osteria dell’Elefante (interna alla cantina a due passi dalle botti) che durante Cantine Aperte si presenterà al pubblico con un menu regionale a 15€, composto da bruschette, un primo (orecchiette con le melanzane), un contorno di ceci coltivati in azienda e salsicce alla brace.

Ma la domenica durante la manifestazione promossa dal Movimento Turismo del Vino è in programma anche un tour in bici nella tenuta e tra le vigne con l’associazione MTB, gratuite a partire dalle 10 per 15/20 km, con dislivello di 100 metri (dotarsi di caschetto obbligatorio oltre che di bici). Info 339.3733137.
E ancora: un’esposizione floreale di rose e un mercatino biologico nel piazzale della cantina con i formaggi di “Isola del Formaggio Pitzalis”, i latticini e i gelati di BioLa, gli ortaggi di Caramadre. Il tutto accompagnato da stornelli romani con il duo Le Occasioni dello Spettacolo, mattina e pomeriggio.

Le novità enologiche di quest’anno sono due: il nuovo Macchia Sacra senza solfiti e biologico, un fiano in purezza fresco e minerale, e la nuova Doc Roma Malvasia Puntinata in purezza, anche questo Bio, dal colore leggermemte dorato e all’olfatto e al palato armonioso e delicato. Per degustare è previsto l’utilizzo di un calice in vetro con deposito di 5€, restituito alla riconsegna.

La cantina Castello di Torre in Pietra è situata alle porte di Roma vicino alla via Aurelia (uscita Aranova). Info www.castelloditorreinpietra.it

 

I sindaci dei 450 Comuni associati si riuniranno in Piemonte dal 22 al 25 maggio. Tra gli appuntamenti il giorno 22 (Asti, ore 18, via al Teatro Alfieri) è in programma il workshop “Wake Up” dedicato alla programmazione europea 2014-2020, che vede la presenza dei coordinatori regionali delle Città del Vino e i consorzi di operatori turistici del Piemonte - Piemonte Incoming. Saranno presenti gli eurodeputati On. Alessia Mosca e On. Alberto Cirio. Coordinamento a cura di Enrico Martial della Agence de Cooperation et Developpement

 

Il 23 marzo il convegno “Langhe-Roero e Monferrato verso la smart land?”, alle ore 16 invece il Forum Città del Vino Expo 2015 “Non è petrolio (ma può far ripartire il Paese). Saranno presenti: Stefano Vercelloni, coordinatore delle Città del Vino del Piemonte; Andrea Cerrato, assessore al Turismo e Agricoltura del comune di Asti; Sergio Chiamparino, presidente della regione Piemonte; Giorgio Ferrero, assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte; Antonella Parigi, assessore al Turismo della Regione Piemonte; Fabrizio Brignolo, sindaco di Asti; Pietro Iadanza, presidente delle Città del Vino; Antonio Ferrentino, presidente delle Città del Bio; Paola Malabaila, presidente Unione Industriali di Asti; Paolo Verri, direttore palinsesto evento Padiglione Italia Expo2015; Roberto Daneo, esperto in Grandi Eventi. Modera Federico Massimo Ceschin, vice presidente dell’Associazione Europea Vie Francigene. L’appuntamento è ad Asti, alle ore 18, via al Teatro Alfieri. 

 

Il 24 maggio, stavolta a Novara, alle ore 10 è prevista l’assemblea nazionale delle Città del Vino Expo 2015. Sarà presentata durante la mattina la relazione “Il nuovo testo unico sul vino”, a cura dell’On. Massimo Fiorio, vicepresidente della commissione Agricoltura della Camera dei Deputati. L’assemblea si svolgerà in via Fratelli Rosselli 20. Il giorno 25, infine, i sindaci delle Città del Vino andranno all’Expo di Milano. Info www.cittadelvino.it

 

Ci saranno anche i vini della cantina Castello di Torre in Pietra al Millésime Bio di Montpellier, il salone mondiale del vino da agricoltura biologica, che si svolgerà dal 26 al 28 gennaio al Parc des Expositions nella città della Francia meridionale. La rassegna, giunta quest’anno alla sua ventiduesima edizione, presenterà vini certificati biologici provenienti da tutto il mondo, ospitando circa 800 espositori.

La storica cantina alle porte di Roma, che usa la certificazione biologica dalla vendemmia 2011, propone i suoi vini Bio nella manifestazione internazionale. Dal 2011 tutti i vini imbottigliati da Castello di Torre in Pietra sono certificati Bio. La produzione complessiva è di circa 200mila bottiglie l’anno. Tra i bianchi troviamo l’Elephas, ottenuto da un uvaggio di trebbiano, malvasia puntinata e vermentino; lo Chardonnay e il Vermentino, entrambi Igt Costa Etrusco Romana e da uve in purezza. Mentre il Macchia Sacra è un Igt Lazio ottenuto da uve fiano (70%) e malvasia puntinata (30%), con vinificazione sulle bucce per 12 ore a freddo e lunga permanenza sui lieviti dopo la fermentazione.

Completa la gamma dei bianchi lo spumante Brut di Castello di Torre in Pietra, ottenuto da chardonnay in purezza, vinificato in acciaio con rifermentazione in autoclave con metodo charmat lungo e affinato in bottiglia per 6 mesi. Tra i rossi l’Elephas è ottenuto da un uvaggio di montepulciano, sangiovese, cesanese e merlot; il Terre di Breccia è un Lazio Rosso Igt da montepulciano, sangiovese e cesanese. Rappresentativi dei vitigni in purezza sono il Merlot e il Syrah, sempre con la Igt Costa Etrusco Romana. E infine il rosato Searà è prodotto con uve syrah. Le vigne ricadono nel territorio del comune di Fiumicino, nell’ambito della nuova Igt Costa Etrusco Romana e della Doc Roma.

Castello di Torre in Pietra sarà nella Hall B3 - Stand 458. Info www.castelloditorreinpietra.it