Seguici

Clicca qui per trovare le cantine della regione Lombardia

Un tempo le aree a vigneto della Lombardia erano più vaste di oggi, ma la regione conserva un importante ruolo nel mondo del vino. L’enoturismo in particolare è ben sviluppato in Franciacorta, terra di bollicine di alta qualità, dove su un percorso di 80 km tra cantine, vigneti e borghi sono stati ideati 5 nuovi itinerari enoturistici dal lago di Iseo alle porte di Brescia, da percorrere in sella a una bici, tra atmosfere, paesaggi e prodotti locali, concedendosi il tempo di visitare un’abbazia o un castello, una cantina o un produttore di olio extravergine d’oliva. In Franciacorta troverete anche centri storici interessanti, come quello di Erbusco, la cui antica storia (Celti, Etruschi, Romani, Franchi) è testimoniata dai reperti custoditi nei Civici Musei di Brescia. Sotto il profilo enologico il simbolo dell’area è il Franciacorta Docg, vino spumante fine e persistente. Altri vini sono il Curtefranca Doc, bianco e rosso, e il Sebino Igt. Un’altra importante zona di vini è la Valtellina, in provincia di Sondrio, un territorio disegnato da vigneti terrazzati, tipici della montagna e degli ambienti più impervi, che si susseguono per una quarantina di km incuneati tra le rocce lungo il fiume Adda.
Uno spettacolare paesaggio di vigne terrazzate della Valtellina, in provincia di Sondrio

Qui il vitigno principe è il nebbiolo (localmente detto chiavennasca), dal quale si ottengono grandi rossi come il Valtellina Superiore e il mitico Sforzato di Valtellina, o Sfurzat, un passito rosso secco. Un paesaggio completamente diverso è sulla sponda bresciana del lago di Garda, area di produzione del bianco Lugana e del Garda Classico Chiaretto, Rosso e Groppello. Nei mesi estivi potrete alternare il relax in spiaggia a un degustazione di rosati, fare una visita a Sirmione, un piccolo gioiello con vestigia romane e medievali, e proseguire con una cena a base di pesce di lago, dall’anguilla ai ferri alla carpa fritta. Troverete anche molti tedeschi, austriaci e olandesi in giro per cantine, alla ricerca di vini dal buon rapporto qualità/prezzo da caricare in auto. Altra zona simbolo della Lombardia vinicola è l’Oltrepò Pavese, un cuneo di territorio lombardo che si insinua tra l’Emilia e il Piemonte. Diviso dal fiume Po dal resto della provincia di Pavia, il territorio dell’Oltrepò è una destinazione ideale per chi ama la gastronomia, i paesaggi di collina e i vini, prodotti principalmente con uve barbera, bonarda pavese (detta croatina) e pinot nero. Zone di produzione sono anche la Brianza, la Valcalepio e alcune aree del Mantovano.

 

Ciclisti sulla Strada del Vino in Franciacorta

La Strada del Vino della Franciacorta è tra le Strade del Vino italiane meglio organizzate, ricca di iniziative e itinerari. Anche con formule personalizzabili: escursioni giornaliere, pacchetti fine settimana e percorsi in bici. Sono proposti tre diversi itinerari tra vino, storia, arte e cultura: da Gussago a Cazzago San Martino, da Rovato a Corte Franca e da Adro al Lago d’Iseo. Mercati, fiere e rassegne sul territorio sono in programma tutto l’anno. Tra gli eventi segnaliamo il Carnevale di Erbusco con l’elezione del “Re del Gnoc”, la Settimana della Tinca al forno in estate a Clusale d’Iseo; e ancora il Festival del Franciacorta a settembre. Itinerari GPS scaricabili dal sito www.stradadelfranciacorta.it

 

Vigneti in Valtenesi, nell’area del Consorzio del Garda Classico Uno dei più importanti spumanti metodo classico italiani è il Franciacorta, prodotto in provincia di Brescia. Nella foto bottiglie sulle pupitres (cantina Berlucchi)
comments powered by Disqus