Seguici

 

testi di Antonella Burdi, foto di Massimiliano Rella

 

Nardò (Lecce), piazza Salandra, al centro la guglia dell’ImmacolataSchola Sarmenti, cantina di Nardò (Lecce), accoglie i visitatori nel suo bel winebar vicino al centro del paese salentino con uno stile nuovo e moderno per promuovere i suoi vini. Nato come sala di degustazione, accanto alle cantine di affinamento e con un bel giardino di olivi, è stato inaugurato a dicembre 2011. Il posto non manca per accomodarsi anche in gruppi numerosi, utilizzando una quarantina di coperti all’interno e una cinquantina fuori. L’allestimento è in stile minimalista con mobili in legno sbiancato, pietre a vista alle pareti, tovaglie in lino, tavoli e divanetti collocati con cura in uno spazio di 200 metri quadrati. I lampadari sono fatti di bottiglie in vetrofusione, mentre piante di vite e vasetti di semi e terra ornano gli scaffali. Musica di sottofondo e una bella parete di vini in una sala con volta a stella, colorata da luci rosse, con bancone, contribuiscono a rendere l’ambiente molto piacevole.

 

Il winebar propone in degustazione gli 11 vini della cantina, Nardò Doc e Salento Igt. Per la maggior parte sono rossi da vitigni autoctoni negroamaro e primitivo, in purezza o in uvaggio; il Nerìo invece è fatto con negroamaro e malvasia nera, mentre il Corimei, dolce naturale, è un vino da meditazione da primitivo. Ma ci sono anche i bianchi Fiano, dall’omonimo vitigno, e Candòra, da uve chardonnay o il rosato Masserei, da negroamaro. Nascono da una lunga esperienza e dalla meticolosa applicazione di regole semplici per garantire la qualità: territorialità dei vitigni, basse rese dei vigneti, raccolta manuale, cernita delle uve in cantina. L’azienda produce anche vino sfuso e olio extravergine d’oliva da varietà cellina di Nardò. Nel winebar i vini si possono abbinare ai piatti e alle specialità salentine dello chef Guglielmo Dell’Atti.

 

Il bel winebar di Schola Sarmenti, cantina di Nardò (Lecce)Una pianta di vite al winebar di Schola Sarmenti, cantina di Nardò (Lecce)Tra le proposte più gustose: pomodori gialli arrostiti e lampascioni, saporiti bulbi dal gusto amarognolo valorizzati in tante semplici ricette pugliesi. Il menu offre anche taglieri di salumi e formaggi e piatti di pesce crudo, come il salmone affumicato con agrumi, erba cipollina e crostini di patè d’olive, oppure il carpaccio di baccalà con lime e pepe rosa. Conto medio 15€ vini esclusi, un calice di vino a partire da 3€ secondo le etichette. Aperto da giovedì a domenica solo a cena, in estate tutte le sere. Info www.scholasarmenti.it

 

comments powered by Disqus