Seguici

 

testi di Antonella Burdi, foto di Massimiliano Rella

 

Il ristorante dell’agriturismo Valle Rita, della cantina lucana TavernaNella campagna di Ginosa (Taranto), tra la parte meridionale della Murgia e il mar Jonio, il borgo Valle Rita è un raffinato country resort all’interno di un’azienda agricola moderna. Sorge nella ex zona di servizio dell’antica masseria Girifalco, un insieme di edifici intorno a una torre merlata normanna, dell’XI secolo. Di proprietà negli anni di importanti casate, oggi il borgo appartiene alla famiglia Lunati, che possiede anche la cantina Taverna, nella vicina Nova Siri (Matera), nella zona costiera del Metapontino, appena oltre il confine tra Puglia e Basilicata.

 

Il produttore Pasquale Lunati di cantina Taverna, di Nova Siri (Matera)Dal country resort si vede ancora il vicino castello. All’ospitalità agrituristica sono riservati 15 appartamenti di varie dimensioni e diversi l’uno dall’altro, arredati con mobili d’epoca in stile mediterraneo e rifiniti con gusto. Gli ospiti trovano anche una piscina panoramica, un campo da tennis e il ristorante. In cucina il giovane chef pugliese Paolo Semeraro, originario di Martina Franca (Taranto) prepara piatti tradizionali rivisitati e stagionali in parte con i prodotti biologici aziendali: ortofrutta, arance, clementine, albicocche, lattughe, ortaggi. Il latte è prodotto dalla mandria di mucche di razza Frisona. L’olio extravergine d’oliva è ottenuto da varietà nocellara, frantoio, leccino e coratina. Il menu indica i prodotti coltivati nell’azienda biologica Valle Rita, la frutta e i cereali dell’azienda Taverna. Possiamo scegliere, per esempio, lo sformatino di melanzane con spaghetto al pesto leggero su passatina di pomodoro datterino e cannoncino di ricotta salata; oppure il cuore di manzo lardellato al guanciale di masseria, schiacciatina di bietola e salsa al pepe verde; e tanti altri piatti. Conto 25-30€ per 4-5 portate. Per gli ospiti esterni è necessaria la prenotazione.

 

Le colline di Nova Siri (Matera)La moderna cantina Taverna, di Nova Siri (Matera), progettata dall’architetto Angelo LunatiE i vini ovviamente sono della cantina Taverna, della famiglia Lunati, che imbottiglia un Aglianico del Vulture Docg, un Greco Doc Matera, un Merlot Cabernet Doc Matera Rosso Jonico e alcune Igt Basilicata, Dry Muscat, il Rosè, il Syrah e il Lagarino di Dionisio. Quest’ultimo, da un uvaggio di aglianico, merlot e cabernet, è il vino di punta dell’azienda. Info www.vallerita.it

 

comments powered by Disqus