Seguici

 

testi di Antonella Burdi, foto di Massimiliano Rella

 

Da Claudio Pescheria dei Milanesi, banco del pesce e spazio aperitivoQuando aprì, a fine ’800, la Pescheria di Ponte Vetero, nel quartiere di Brera, fu una grande novità nella gastronomia milanese, una bella alternativa per chi non si accontentava solo di risotto e cotoletta. Qualche decennio più tardi la storica pescheria di Milano divenne “Da Claudio” dal nome di Claudio Gnocchi, che prima ci lavorava alle dipendenze e che nel 1958 ne divenne proprietario; fino al 2001, anno della sua scomparsa. Dal 2010 il negozio è in via Cusani e, oltre a vendere ottimo pesce fresco, offre la possibilità di consumarlo con aperitivi ai tavolini intorno al bancone oppure a un tavolo del ristorante del piano di sopra.  Un misto crudo, un polpo o un astice alla catalana, un piatto mediterraneo, ostriche, insieme a un calice di Prosecco della casa. Sono le specialità della Pescheria Da Claudio.

 

Da Claudio Pescheria dei Milanesi, banco del pesce e spazio aperitivoAl ristorante troviamo invece un ambiente dove degustare tanti piatti di alta gastronomia dello chef Gabriele Badini, che si è formato al Cracco, al Principe di Savoia e al Park Hyatt, sempre nel capoluogo lombardo. Il pesce arriva tutti i giorni da fornitori che lavorano sulla parte italiana del Mediterraneo. Sono tante le specie sempre presenti: tonno, branzino, salmone, orata, pesce spada, crostacei, scampi di Manfredonia e altri. Varietà stagionali ampliano la scelta, come ricci di mare, ostriche, rossetti o moleche e novellame. Il pescato arriva già salubre, la bottarga è fatta in proprio. Nel ristorante più della metà del pesce, come crostacei, molluschi ma anche grossi pesci, è utilizzato crudo. Qualche esempio? Plateau “Da Claudio” con ostriche, fasolari, tartufi di mare, mandorle di mare, scampi, astici e granciporro. E poi la “Selezione di carpacci” o di tartare, e la “Degustazione di crudi”.

 

Da Claudio Pescheria dei Milanesi, banco del pesce e spazio aperitivoInvece in cucina le tecniche di cottura sono le più svariate: al sale, al vapore, griglia, arrosto, marinature, affumicature, fritture. E allora si può scegliere una Grigliata mista del pescato di giornata, un Gran fritto o una più esotica Tempura di pesce e verdure. Abbiamo una bella scelta anche di primi piatti, con ingredienti di qualità, come gli Spaghetti di Gragnano alle alici del Cantabrico e altri. La carta dei vini ha tante etichette di tutte le regioni italiane ma anche francesi e internazionali. Troviamo rosati e rossi, ma, è ovvio, prevalgono bianchi e bollicine: Prosecco di Valdobbiadene, Franciacorta, Champagne. Conto medio 3 o 4 portate, 50-70€ vini esclusi. Pescheria e ristorante sono aperti da lunedì a sabato, chiuso domenica. Info www.pescheriadaclaudio.it

 

comments powered by Disqus